Musica & Concerti

Il Festival Puccini di Torre del Lago

Si tratta di uno degli eventi più attesi della ricca vita culturale della provincia di Lucca e dell’intera regione Toscana, il più importante festival lirico d’Italia e l’unico al mondo dedicato al compositore Giacomo Puccini. Si svolge ogni estate, nei mesi di luglio e agosto, proprio nei luoghi che ispirarono il maestro.

Creato nel 1930, a pochi anni di distanza dalla morte del compositore, con il passare del tempo è diventato un appuntamento prestigioso capace di richiamare migliaia di spettatori da tutto il mondo. Gli allestimenti, di grandissima qualità, fanno da contorno alle più grandi stelle della lirica, sotto la direzione di grandi direttori d’orchestra.

Le opere vanno in scena in un grande teatro all’aperto con circa 3.400 posti, situato a ridosso della riva del lago di Massaciuccoli, circondato del verde, a breve distanza dalla Casa Museo di Puccini.

Per assistere alle opere si consiglia di prenotare (tutte le informazioni su programmi e costi sono disponibili sul sito ufficiale del Festival).

Il Carnevale di Viareggio

Il Carnevale di Viareggio si svolse la prima volta nel 1873 ed è comparabile, per fama e notorietà internazionale, solo a quello di Rio de Janeiro.

Un tempo i carri nascevano in vari luoghi della città: sotto le logge del mercato, nel teatro Politeama, tra una casa e l’altra. Ogni luogo era buono per impiantare una palizzata, alcuni teli e sfidare il clima rigido dell’inverno per modellare creta, gesso e carta. Poi, nel dopoguerra, vennero costruiti i baracconi di via Cairoli distrutti in un terribile incendio nell’estate del 1960. A tempo di record furono costruiti gli hangar di via Marco Polo che hanno custodito il Carnevale per quarant’anni. Il 26 settembre 2001 le costruzioni furono trasferite, in un viaggio epico, alla nuova Cittadella.

La Cittadella del Carnevale di Viareggio, inaugurata il 15 dicembre 2001, è il più grande ed importante centro tematico italiano dedicato alle maschere. Non esistono, per dimensioni, spazi, servizi, altri grandi poli dedicati al Carnevale.  Qui sono concentrati i laboratori per i costruttori, gli hangar in cui vengono costruiti e conservati i giganteschi carri, due musei, un centro documentario storico. Tutto affacciato su una enorme piazza ellittica che in estate si trasforma in arena per grandi spettacoli. L’insieme dei sedici capannoni e degli altri edifici fanno da contorno ad una piazza, ambiente ideale per feste e rappresentazioni.

Ma se la piazza è il luogo delle feste, la strada ellittica perimetrale esterna, la strada degli artisti, è il luogo degli incontri tra i visitatori del parco e gli artigiani, che su essa hanno le loro botteghe. Per un mese (febbraio/marzo), la città si trasforma nella fabbrica del divertimento tra sfilate di giganti di cartapesta, feste notturne, spettacoli pirotecnici, veglioni, rassegne teatrali, appuntamenti gastronomici ed eventi sportivi mondiali.

Il triplice colpo di cannone è il segnale inequivocabile che a Viareggio inizia la festa. Sparato dal mare dà, ogni volta, il via alla sfilata dei carri. Come per magia i giganteschi mascheroni prendono vita tra movimenti, musica e balli. Uno spettacolo che si rinnova ogni anno, entusiasmante ed affascinante. Cinque i Grandi Corsi Mascherati, concentrati in un periodo unico di grandi festeggiamenti.

Per tutte le informazioni e il calendario dell’anno, consultate il sito ufficiale.

La Versiliana

Il Parco della Versiliana è la parte residuale dell’antico bosco noto come la Macchia di Marina, che si estendeva su tutto il litorale un tempo di proprietà del Capitanato di Pietrasanta, che ne curava la salvaguardia e ne utilizzava le risorse di legname in proprio o per conto del governo granducale.

Alla fine del XVIII secolo il bosco fu diviso in poderi da concedere ai privati. Nel corso dell’Ottocento i conti Digerini Nuti, proprietari di alcuni appezzamenti, crearono una vasta tenuta signorile; nel 1886 venne costruita la villa, denominata La Versiliana dallo scrittore Renato Fucini, spesso ospite dei proprietari.

Nel 1906 vi soggiornò Gabriele D’Annunzio, che vi scrisse la nota poesia “La pioggia nel pineto”.

Nel 1980 la tenuta venne acquistata dal Comune di Pietrasanta e destinata a parco pubblico. Negli spazi adiacenti alla villa sono allestite le zone per lo svolgimento delle attività del Festival La Versiliana, che si tiene in estate da parecchi anni con grande successo di pubblico e fama, ormai consolidata a livello nazionale.

Per ulteriori informazioni si rimanda al sito ufficiale dell’evento.

Festival di musica da camera della Versilia a Pieve a Elici

Si tratta di un prestigioso festival di musica da camera con archi, violini, pianoforte e flauti. Una perfetta acustica e una rassegna concertistica che dura da oltre 40 anni. Dieci concerti, due mesi di musica (luglio e agosto) di grande qualità in uno scenario mozzafiato.

Il Festival di musica da camera della Versilia è organizzato dal Comune di Massarosa e dall’Associazione Musicale Lucchese, ed ha avuto, nel tempo, come ospiti Alexander Kobrin, Pietro De Maria, Serghey Krylov, il Trio di Parma, Kirill  Troussov, Alexandra Troussova ed Enrico Dindo.

Corsanico Festival

Rassegna Internazionale di Musica classica presso la Pieve di S. Michele Arcangelo

Nella suggestiva cornice artistica della Pieve di S. Michele Arcangelo di Corsanico si svolge il Corsanico Festival, rassegna internazionale di musica classica, organizzata dall’associazione culturale amici della musica d’organo Vincenzo Colonna di Corsanico.

Otto concerti, quattro in luglio e quattro in agosto, tutti con tema conduttore, che hanno come protagonista principale il monumentale e storico organo conosciuto ormai in mezzo mondo – uno strumento, capolavoro dell’arte organaria veneziana, costruito nel 1602 da Vincenzo Colonna.