Il Tempio galleggiante

UN TEMPIO SHINTOISTA O BUDDHISTA?

In Giappone l’antichissima religione dello Shintoismo, convive pacificamente da millenni con il Buddhismo, arrivato nell’arcipelago molti secoli dopo.
Le due religioni non si elidono. Anzi: la maggior parte dei giapponesi abbraccia entrambi i culti allo stesso tempo.
La convivenza, l’integrazione e la commistione tra queste due religioni così diverse (per origine e rituali) è uno tra i segnali più belli di sincretismo (l’unione di elementi ideologici prima inconciliabili) di cui il nostro tempio galleggiante vuole essere simbolo.

IL SIGNIFICATO DELLA PAGODA

Caro amico,
guarda bene questa costruzione: galleggia sull’acqua proprio come ciascuno di noi galleggia sulla vita.
Quante volte anche tu ti sei sentito “instabile” come la Pagoda? 
Appoggiato sull’acqua della vita che a volte è calma, altre volte burrascosa. Eppure, come la Pagoda, restiamo a galla lasciando che il tempo, gli agenti atmosferici, le temperature e gli imprevisti ci accarezzino e ci insegnino, ogni giorno, a splendere con tutte le nostre forze, in tutta la nostra bellezza, in tutta la nostra fragilità di esseri viventi.

Seppur nell’instabilità, la Pagoda, come noi, galleggia in mezzo alle bellezze della natura, circondata dalle ninfee.
È questo l’invito della Pagoda: stai a galla anche durante la tempesta e guarda quanto bello c’è attorno a te!

Adesso guarda come la Pagoda si specchia nell’acqua…
Se la giornata è buona e la luce favorevole, vedrai un’immagine nitida, come in uno specchio. Se le condizioni metereologiche sono un po’ avverse, invece, l’acqua ti rimanderà un’immagine increspata. Potrebbe esserci così tanto vento da non vedere addirittura nulla.

Vedi, l’immagine del tempio che si riflette sull’acqua è un’idea: c’è, ma non puoi toccarla.
Proprio come la vita interiore di ciascuno di noi, quella che chiamiamo “anima”.