Feste & Sagre

 

APRILE

“Mostra Agrozootecnica – Ambiente e Turismo”

Ogni anno torna questo appuntamento, ideale per tutta la famiglia, con il mondo dell’agricoltura e delle tradizioni di altri tempi, nella zona della piscina comunale. La mostra propone floricoltura, enogastronomia, artigianato, animali, rodei e molto altro. Due giorni alla scoperta del passato e delle tradizioni. L’evento vede 100 espositori, con mostre, laboratori del gusto, animazione per bambini, attrezzi per il giardinaggio, prodotti enogastronomici locali, animali domestici e da cortile, sementi per il florovivaismo.

 
“Sagra del Pesce” a cura del gruppo Fratres Massaciuccoli – Fine aprile/primi di maggio

Nel comune di Massarosa, sulle rive del Lago di Massaciuccoli, si svolge la tradizionale Sagra del Pesce. Il ricco menù della sagra prevede sia pesce di lago che pesce di mare. Oltre a questo, è possibile gustare anche anguille e ranocchi. Le ricette variano dal risotto alla frittura. Gli stand gastronomici restano aperti tutte le sere a cena e la domenica e i festivi anche a pranzo. Tutte le sere musica dal vivo grazie alla presenza di orchestre di vario genere. Nel corso delle giornate sono previste escursioni nel parco naturale e itinerari naturalistici in bicicletta.

 

MAGGIO

“Sagra dell’olio e delle olive” a cura della Misericordia di Piano del Quercione (Sabati e Domeniche di maggio)

Organizzata dalla Confraternita di Misericordia di Piano del Quercione, la sagra è un’occasione per provare la cucina casereccia, ovviamente condita dall’olio extravergine di oliva locale ed accompagnata da ottime olive. Tra le specialità presenti nel menù ricordiamo in particolare i tagliarini co’ fagioli. Gli stand gastronomici restano aperti tutte le sere a cena.

 
“Madonna del Lago e Palio dei barchini”, a Massaciuccoli

La sentita gara dei barchini dal 1967 si tiene ogni anno la seconda domenica di maggio.
Nei primi anni la gara si svolse interamente a Massaciuccoli, di fatto la partenza era dall’imbocco del canale del Porto, sul lago: si arrivava fino alla “Strappata”, nella parte orientale, si girava attorno ad un’isola galleggiante e si rientrava al Porto. A partire dal 1970 il percorso è diventato quello attuale, con la partenza da Torre del Lago e l’arrivo al Porto di Massaciuccoli.
Già nei primi anni il Palio assunse molta popolarità; si è assistito ad una partecipazione anche di 35 equipaggi provenienti da Massarosa, da Viareggio, dall’area pisana, il tutto in mezzo ad una nutrita folla di persone che attendeva al Porto e tra banchetti e venditori ambulanti la cui fila arrivava fin oltre la piazza del paese.

 

GIUGNO

“Sagra della zuppa alla contadina” – Dal venerdì alla domenica

Nell’area ex Zoo Parco di Piano del Quercione, ha luogo la manifestazione che mette in tavola i piatti della cucina tradizionale, sia di terra che di mare.
C’è anche buona musica, sia dal vivo che con dj, con le due rispettive piste da ballo, il gioco della tombola ed altre possibilità di svago e divertimento completano il richiamo di questo appuntamento.
Oltre alla tradizionale zuppa di verdure alla contadina, gli stand della sagra propongono un’ampia scelta di piatti di mare e di terra. Molti anche gli eventi collaterali ogni sera.

 
Tramonto sul lago

La festa viene organizzata dall’Oasi LIPU Massaciuccoli con l’Ente Parco Regionale Migliarino -S. Rossore – Massaciuccoli per riscoprire il Lago di Massaciuccoli e la “sua” natura in un momento particolarmente suggestivo e promuovere la salvaguardia della biodiversità di questo sistema. Il ritrovo di questo evento lucchese prevede un aperitivo durante il quale viene servito un ricco buffet di prodotti locali accompagnati da vino, cocktail e bevande fresche.
Successivamente è previsto l’imbarco in battello e la gita in barca sul lago circondato dal canneto dove risuonano i canti degli uccelli mentre aironi e falchi sorvolano l’acqua. Durante l’escursione le guide dell’Oasi illustrano i diversi ambienti naturali spiegando le caratteristiche della fauna e della flora che popolano il lago.

 
“Rock and go”

Gruppi musicali emergenti si confrontano “fino all’ultima nota” per aggiudicarsi il primato di miglior gruppo della rassegna.
Le serate, all’insegna dei giovani, sono organizzate dal Gruppo Volontari della Misericordia di Massarosa con il patrocinio della Amministrazione Comunale si tengono presso il teatro all’aperto nel parco “Caduti di Nassirja” (vicino alla sede della Misericordia).

 

LUGLIO

Festa della Birra – Pian del Quercione – Primi tre week end di luglio (dal venerdì alla domenica)

Tre giorni completamente dedicati alle birre artigianali, organizzati dalla Misericordia di Piano del Quercione al Guado nella zona dell’Ex – Zoo parco.
Il sottotitolo della manifestazione è “Birrai artigianali si sfidano”. Sono presenti, infatti, alcuni birrifici di zona (primo tra tutti il Birrificio degli Archi) che presentano le loro più acclamate produzioni al vaglio del pubblico, per tastarne il gradimento e accogliere opinioni e suggerimenti. Un po’ come le presentazioni vitivinicole in cui ogni azienda offre il top della propria vigna al palato degli appassionati.
Infine, oltre alle birre, ci sono anche gli stand gastronomici, come in ogni sagra che si rispetti, con qualche specialità ed i classici piatti tradizionali, penne, zuppe, tordelli, arrosti, rosticciana, salsicce e patatine.
Per il dopo cena e per smaltire l’alcool, la musica: ballo liscio, balli sudamericani, anni sessanta e oltre.

 
“Sagra della Ranocchiocciola. Nel corso del mese di luglio, con date variabili di anno in anno

Evento molto atteso nel paese, la Sagra della Ranocchiocciola propone due piatti tipici locali: la rana e la chiocciola. Non stupisce che tradizionalmente fossero due piatti molto gettonati, data l’elevata presenza di questi due animali nella zona del Lago di Massacciucoli. Nel menù sono presenti anche varie specialità della cucina versiliese.
Gli stand gastronomici, allestiti presso il Parco degli Sterpeti, sono aperti tutte le sere a cena. A seguire spettacoli con musica dal vivo e balli.

 
“Trine e merletti” – Ultimo week end di luglio

Nel borgo di Gualdo, una festa con spettacoli, artisti di strada, e cibi tipici per far rivivere mestieri del passato e ricreare l’antica atmosfera medioevale
Questa festa annuale è nata dalla volontà di un piccolo gruppo di abitanti del luogo con l’intento di far rivivere nelle strade e negli angoli del paese antichi strumenti di lavoro e vecchi mestieri, ma anche vecchi utensili da cucina, abiti e biancheria ereditati dagli avi, ricreando veri e propri angoli di vita quotidiana. Durante le due serate vengono accesi i numerosi forni a legna che si trovano nel paese per offrire al pubblico focaccine e panucciori da accompagnare con salumi tipici, ma ci sono anche bomboloni, cocomero, olive dolci, pecorino fresco e buon vino.
La festa viene allietata dalla presenza di artisti di strada e verso le 18.30 si aprono i forni. La compagnia Antiqua Versiliese intrattiene il pubblico con canti e balli del Medioevo. Altri artisti e attrazioni si susseguono nel corso dei giorni previsti per la festa. L’ingresso è gratuito. L’unica moneta ammessa sarà il soldo gualdiccio, acquistabile direttamente presso le casse dislocate all’inizio del paese.

 

AGOSTO

“Festa del Pesce a Montramito” – Nelle due settimane centrali di agosto

L’appuntamento è consigliato per gli amanti della cucina marinara, declinata secondo le ricette tipiche della Versilia. L’evento è a cura della sezione comunale di Massa dell’Associazione Volontari del Sangue ONLUS.
Gli stand gastronomici sono allestiti in località La Gulfa. Non mancano, insieme al cibo, gli intrattenimenti come giochi per i più piccoli e balli per i più grandi.

 
“Sagra della bruschetta” a cura della Misericordia di Quiesa – (presso Area Campo sportivo loc. Molinaccio – Quiesa) – Ultime due settimane di agosto

La sagra paesana è da diversi anni una delle più conosciute della Versilia: l’occasione per riscoprire i sapori semplici e buoni di una volta; si può trovare la bruschetta condita in mille modi: con pomodoro, olio d’oliva ecc. e anche i mitici tordelli, pizza, carne alla brace accompagnati da prodotti tipici locali.
Sono due settimane di festa, tra metà agosto e i primi di settembre, con musica e gustosi piatti. La sagra si svolge fra l’edificio La Brilla e il campo sportivo in località Molinaccio a Quiesa.

 
“Sagra della Pupporina e del tordello” a cura dell’Associazione ricreativa Culturale di Bozzano – prime due settimane di agosto

La pupporina è un dolce dalla forma rotonda, preparato secondo tradizione dalle donne del luogo in onore di San Bartolomeo, che cade il 24 di Agosto. Farina, uova, zucchero, burro, semi d’anice, sono i semplici e genuini ingredienti di tale leccornia. L’altra specialità del titolo è il tordello, tradizionale di molte parti di questa regione, qui con ripieno di carne macinata, uova, erbe aromatiche. Alla sagra sarà comunque possibile gustare anche altri piatti tradizionali locali, di mare e di terra.
La sagra è sempre organizzata dal Gruppo Donatori di Sangue Fratres di Bozzano e si tiene tutti i giorni a cena. A seguire, sono previsti spettacoli di intrattenimento, balli, giochi di tombola.

 
Vendemmia d’estate

Nell’ultima domenica di agosto i bambini possono divertirsi a pigiare l‘uva nei tini mentre gli adulti possono degustare l’olio e il vino della tenuta Mariani a Quiesa, sulla strada per Massacciuccoli.

 

SETTEMBRE

“Sagra del fungo porcino” Piano di Conca – Ultima settimana di agosto e prima settimana di settembre

A La Gulfa l’ASD Piano di Conca organizza l’atteso appuntamento gastronomico di fine estate. La festa, oltre alle specialità dei funghi offre tutta la ricca gamma di piatti tipicamente toscani, a partire dai tordelli. Nell’area della sagra – che dispone di ampio parcheggio – ci sono anche un bar e una birreria e non mancano le tante attività di intrattenimento come il ballo liscio con orchestra, la tombola con ricchi premi, i giochi per i bambini.

 
“Sagra dello stinco e dei Taglierini e dei Fagioli” – Piano del Quercione – Ultima settimana di agosto e prima settimana di settembre

Si svolge a Piano del Quercione nel Comune di Massarosa (nella fresca ed accogliente area un tempo dedicata allo “Zoo Parco”). La sagra offre un vasto menù con piatti di cucina tipica e casareccia, tra i quali da provare gli squisiti “tagliarini co’ fagioli” cucinati secondo un’antica ricetta locale ed il gustoso stinco di maiale deliziosamente preparato ed arrostito. Chi poi vuole scatenarsi potrà farlo grazie alle due piste da ballo: una dedicata al liscio e l’altra al latino-americano.

 

OTTOBRE

“Sagra delle Mondine e del Quartuccio Fritto” a cura della Croce verde collinare – Tre fine settimana di Ottobre al sabato e alla domenica

La sagra si tiene a Bargecchia. L’evento presenta nell’invitante menù, oltre alle caldarroste e alla pasta per il pane fritta, come da titolo, anche tordelli al ragù, zuppa di verdure alla frantoiana, roast-beef, trippa, quartuccio con il prosciutto, tra gli altri piatti.
Organizzata dalla Croce Verde Collinare di Bargecchia, la sagra gastronomica folcloristica, ha come piatto principale le mondine, ovvero le caldarroste, e il quadruccio, ovvero pasta per pane fritta, a cui si affiancano nel menù altre succulente proposte come i tortelli al ragù, lo stinco di maiale al forno e il quartuccio al prosciutto o al biroldo, il tutto accompagnato da un buon vino e dall’intrattenimento della musica dal vivo.

 

DICEMBRE

“Magie di Natale” i mercatini natalizi

Si tratta di mercati itineranti che animano le vie di Massarosa e dei centri vicini. Sono previste mostre, mercatini di Natale, musica ad ogni angolo, profumi della tipica cucina locale e la proverbiale cordialità dei commercianti locali che accoglieranno i visitatori.
Sarà presente Babbo Natale, che incontrerà i bambini ed ascolterà con grande attenzione le loro richieste. Nel centro storico di Massarosa, oltre ai tradizionali mercatini, il presepe vivente, una straordinaria rievocazione, con oltre 200 figuranti per rivivere la magia della natività in un ambiente particolarmente curato nel quale saranno ricostruiti un accampamento romano, un mercato con gli antichi mestieri, una sinagoga e scene di vita quotidiana. Ovviamente negozi aperti e, lungo via Cenami, saltimbanchi e cantastorie.